TRAPIANTO DI CAPELLI TECNICA              DHI E FUE

                                                ALOPECIA  ANDROGENETICA

L'alopecia androgenetica richiede una visita medica che valuti le possibilità terapeutiche  e/o la possibilità di effettuare un autotrapianto di capelli con microbisturi monobulbare

(derivato dall'autotrapianto di capelli F.U.E.).

 

Per la parte terapeutica possiamo ricorrere a:

.Terapia farmacologica e cosmetologica domiciliare

.Mesoterapia: tecnica iniettiva con microago nel cuoio capelluto di principi nutrienti

.Laserterapia

.Cellule staminali autologhe NOVITA'!!!! derivate dal grasso del paziente

 

 

 Il    trattamento della  calvizie  può  essere fatto  con chirurgia  tradizionale  o con la metodica  basata sull´utilizzo  del microbisturi  monobulbare secondo la tecnica FUE e la nuova tecnica DHI  per  l' autotrapianto di capelli di cui si occupa il   dott. Fabio Iacoponi. Questa metodica è ideale nella cura della alopecia di grado moderato.

Fabio Iacoponi si occupa anche di tricologia e delle terapie mediche connesse.

Laureato in Medicina e chirurgia a Padova nel 1981 si occupa di Medicina Estetica a tempo pieno da allora. E´ relatore nei più importanti congressi italiani di Medicina Estetica e dermatologia. E'  stato uno dei primi medici estetici e laseristi in Italia.

 Da oltre 15 anni ha messo a punto la tecnica non invasiva di autotrapianto di capelli con "microbisturi monobulbare". Ha presentato già due volte a congresso internazionale la metodica.

 

L´autotrapianto di capelli con microbisturi monobulbare consente di trapiantare capelli propri nella zona affetta da alopecia senza cicatrici, senza punti di sutura. Il trapianto di capelli avviene in un ambulatorio chirurgico senza la presenza dell´anestesista in quanto l´anestesia è modesta e con lo stesso anestetico del dentista.

Il microbisturi monobulbare preleva direttamente le unità follicolari da qualsiasi punto del cuoio capelluto, tali unità sono già pronte per il trapianto. Le unità follicolari così ottenute sono reimpiantate con la nuova tecnica DHI che con una penna bisturi automatica si pratica sia l'incisione che l'impianto  nell'area calva. Questo permette maggiore velocità, poco sanguinamento e meno croste, perfetta direzione di uscita dei capelli, maggiore densità per centimetro quadro ed infine di poter lavorare anche in mezzo ai capelli lunghi.

Durante il trapianto che dura 3-4 ore il paziente può alzarsi quando vuole, andare in bagno vista la scarsa invasività dell´intervento. La guarigione delle micro lesioni è così veloce da permettere di ripetere la seduta anche ogni 20 giorni, dando un reinfoltimento progressivo della calvizie. I risultati completi di ogni seduta sono visibili dopo 6-7 mesi, infatti i capelli cominciano a ricrescere dopo 2-3 mesi. Non occorre che il paziente venga accompagnato viste le ottime condizioni alla fine del trapianto. Nessun antidolorifico viene prescritto ed il paziente passerà una notte tranquilla senza dolori. E´ realmente possibile esercitare la propria professione il giorno dopo, viste le buone condizioni fisiche, cosa non possibile nel tradizionale che è un vero intervento traumatico e doloroso per alcuni giorni. Questa metodica è quindi indicata per coloro che non intendano affrontare la chirurgia, con i suoi rischi anestesiologici, di cicatrici ipetrofiche o cheloidee, di dolori neurologici a volte permanenti e che vogliano una metodica poco invasiva, senza sofferenza anche se più lenta nel reinfoltimento.